English Passengers: la follia dell’Impero

english-passengers

Matthew Kneale, English Passengers
[tr. it. Il passeggero inglese, Bompiani]

Corre l’anno 1857. Il reverendo Wilson, testardo pre-darwiniano. Il dottor Potter, attivissimo cultore di Lombroso. Redshow, botanista di poche speranze. Figli del proprio tempo e vittime delle mediocri vanità di provincia, questi tre inglesissimi personaggi si lanciano nella comicamente ardua impresa di trovare il Giardino dell’Eden di biblica memoria. Dove? Semplice: in Tasmania, ai confini dell’Impero Britannico. Capitanati da uno sfortunato drappello di contrabbandieri in fuga da una madrepatria troppo rischiosa per il prezioso carico nascosto nella Serenity, i nostri penetreranno (con soffice ottusità) nella più pura delle follie coloniali. L’ironia di Kneale è eccelsa. English passengers è certamente stato un buon compagno di viaggio.

Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Kakakin Kura

Kakakin Kura

Claudio speaking. I'm the co-founder of Freaky Tracks - quite happily, I must say. I taught Italian in New Zealand, undertook fieldwork research in West Africa and tested videogames in Madrid. I am a linguist, a minimalist runner and a travel addict… and nope, I won't stop moving around!
Kakakin Kura

Latest posts by Kakakin Kura (see all)

You may also like...

Ehi buddy, wanna be a friend and enjoy our updates?

If you like this site please join our Facebook community!